Come rinnoviamo > Geotermia

Cosa c’è più pulito e meno impattante per riscaldare e raffreddare le nostre case che il calore stesso della Terra? Così New Light vede la geotermia: un dialogo continuo, un respiro, uno scambio  tra ciò che sta sopra e sotto il suolo.


Cos’è, come funziona: l’impianto geotermico utilizza il naturale calore del sottosuole per il riscaldamento e raffrescamento degli edifici e la produzione di acqua calda sanitaria. Attraverso sonde geotermiche e pompe di calore si sfrutta l’energia generata dallo scarto termico che, d’inverno permette di ottenere calore dal sottosuolo, mentre d’estate ci consente di smaltire il calore in eccesso presente negli edifici richiamandolo nel sottosuolo.

Quando sceglierlo, perché:l’impianto geotermico sostituisce in tutto e per tutto la caldaia per il riscaldamento e la produzione di acqua calda sanitaria, lo stesso vale per i il raffrescamento, consentendo di ottenere risparmi sulla bolletta energetica che arrivano fino al 50%. 

Notizie utiliIi:
IMPATTO ZERO: La geotermia, integrata alla tecnologia fotovoltaica, ci consente di realizzare edifici autonomi dal punto di vista energetico, a impatto ambientale zero e con costi di approvvigionamento energetico prossimi allo zero grazie alla produzione in loco dell’energia elettrica necessaria al funzionamento dell’impianto.
VINCOLI ARCHITETTONICI: un impianto geotermico può essere la soluzione ideali per quei casi in cui non è possibile ricorrere al solare termico per la presenza ad esempio di vincoli storici, architettonici o paesaggistici.
DETRAZIONI FISCALI: anche le spese per l’installazione di impianti geotermici godono di detrazioni fiscali al 55% secondo le modalità previste dalla Finanziaria.